Un no al cibo sintetico

Un no al cibo sintetico

Un no al cibo sintetico

Torino - Dopo l'Italia una campagna anche in Europa

L’Italia ha ufficialmente approvato il Disegno di legge che prevede il divieto di produzione e vendita di carne coltivata, il no ai cibi costruiti in laboratorio nei bioreattori.  

“La legge sul cibo artificiale è un risultato che tutela la qualità, la salute e i primati Made in Italy con la dieta mediterranea proprio nel giorno del compleanno della sua iscrizione nella lista del patrimonio culturale immateriale dell’Unesco, avvenuta il 16 novembre del 2010 - dichiara il consigliere regionale Riccardo Lanzo, Lega Salvini Piemonte - Le nostre province hanno raccolto migliaia di firme dei cittadini e hanno espresso in maniera diretta il proprio “no” al cibo sintetico. Come sostiene Coldiretti, ora la battaglia si sposta in Europa. L’Italia è leader mondiale nella qualità e nella sicurezza alimentare e ha il dovere di essere apripista nelle politiche di tutela della salute dei cittadini”.



Torna indietro

Casale e Vercelli Affari
Edizione cartacea Quindicinale

Uscita del 19/07/2024
Top