Valenza, il Circolo Arci di Villabella riprende dopo 2 anni di stop

Valenza, il Circolo Arci di Villabella riprende dopo 2 anni di stop

Valenza, il Circolo Arci di Villabella riprende dopo 2 anni di stop

Valenza, Villabella - Grazie a Fondazione Cral e Comune

Dopo due anni di sospensione «pressoché totale» delle attività, il Circolo ARCI “Oreste Simonotti”
riparte! Dall’inizio dell’anno a oggi, infatti, il polo ricreativo della Frazione valenzana ha reagito sin da subito
alle difficoltà incontrate nel biennio precedente con un piano d’azione che richiamasse l’adesione e la
partecipazione dei Soci in maniera puntuale mese per mese attorno a temi sia della tradizione sia culturali e
in linea con la rete associativa di ARCI Nazionale.
A tal proposito, interviene Roberto Fava, responsabile delle attività di Circolo che afferma: «Ringraziamo
tutte le famiglie del paese, dei territori limitrofi e i Soci a vario titolo valenzani e non per aver creduto in noi e
aver avvicinato settori di società civile sempre più ampi intorno all’offerta del “Simonotti”, tanto da
consentirci di inaugurare la fase post-emergenziale con più di 100 iscrizioni, di cui ben 30 di nuovo corso».
Nei sei mesi precedenti, infatti, si sono tenuti in maniera cadenzata e puntuale iniziative e momenti
aggregativi che hanno visto in media una «adesione insperata» - sottolinea Fava - «sintomo che la persone
non hanno solo voglia di normalità ma anche di novità; siamo ben lieti di averne interpretato lo spirito»; gli
appuntamenti in calendario, poi realizzati, sono stati i seguenti: la “Festa dell’Anziano”; il “Pranzo Sociale”
con Torte e Giochi della Tradizione; la Festa del Papà; la Festa della Liberazione, con proiezione foto e filmati
riportanti testimonianze di merito; il “Villa-Meeting dei Lavoratori”... Aspettando il 1 Maggio; la Festa
“Suina”; “Valorizziamo Villabella”: Giornata per la promozione dei “nostri” prodotti; il ciclo “Tre serate per
tre film”, incentrate rispettivamente sui temi inerenti il bullismo, i giovani e l’inclusione sociale.
«Se quanto abbiamo potuto immaginare e quindi realizzare» - conclude Fava - «ha potuto avere un esito
positivo, è perché le sinergie costruite nel passato ci hanno consentito di avere un prezioso aiuto; penso, in
primis, alla Fondazione C.R.A.L. da sempre vicina e sensibile alla nostra offerta culturale e che ha voluto
valorizzare i nostri sforzi premiando il nostro progetto di promozione sociale “Villabella di Valenza. Un
Frazione migliore”. Ciò ci ha consentito di poter mettere al sicuro il nostro anno sociale nei primi 6 mesi
appena trascorsi, e, quindi, di poter guardare al prossimo semestre con maggiore fiducia e di pianificare per
tempo la programmazione intorno a temi quanto più attuali non solo in sede cittadina, ma anche nella
società italiana».
Analoghi ringraziamenti vanno altresì al Comune di Valenza che grazie alla deliberazione n. 125/2021 «ci ha
consentito di far fronte ai debiti di gestione cumulati durante il periodo di ferma nel 2020 e nel 2021,
consentendoci di affrontare con più serenità il nuovo anno».



Torna indietro

Casale e Vercelli Affari
Edizione cartacea Quindicinale

Uscita del 23/09/2022
Top