Santhià, sorvegliato speciale finisce in carcere

Santhià, sorvegliato speciale finisce in carcere

Santhià, sorvegliato speciale finisce in carcere

Santhia, Vercelli - Per i reati di ricettazione e furto aggravato

 

I carabinieri della stazione di Santhià hanno arrestato un 45 enne di Torino per furto aggravato e
ricettazione.
Al fine di contenere il fenomeno dei reati predatori, i carabinieri della stazione di Santhià hanno intensificato
i controlli nei pressi dei supermercati. Tra i clienti, infatti, spesso si nascondono malfattori che negli orari di
maggiore affluenza riescono ad occultare sotto alle vesti o con stratagemmi (borse o carrelli con
schermature) ad asportare notevoli quantità di generi alimentari o prodotti voluttuari di ingente valore.
Ieri pomeriggio una pattuglia dei carabinieri della stazione di Santhià si avvedeva della presenza di
un’utilitaria che aveva il sedile lato passeggero anteriore e quelli posteriori completamente occupati da
generi alimentari. Il conducente, alla vista dei carabinieri risaliva velocemente in auto ma questo
insospettiva gli operanti che decidevano di procedere alla sua identificazione. Si trattava di un 45 enne
residente in provincia di Torino che non giustificava adeguatamente la sua presenza in loco poiché avrebbe
potuto fare la spesa non così distante da casa. Dal successivo controllo in banca dati, infatti, lo stesso
risultava gravato da numerosi precedenti penali per reati contro il patrimonio ed in atto sottoposto alla
misura personale preventiva della sorveglianza speciale con obbligo di dimora nel Comune di residenza, al
fine di contenere il suo comportamento criminale.
Il 45 enne non era, altresì, in grado di esibire gli scontrini fiscali della diversa merce acquistata e pertanto
veniva accompagnato all’interno del supermercato, ove i cassieri lo riconoscevano in quanto nelle due ore
precedenti era entrato ed uscito per diverse volte acquistando “apparentemente” prodotti di poco conto. Nel
carrellino che aveva al seguito, tuttavia, lo stesso occultava prodotti voluttuari (salmone, liquori, profumi,
ecc…) che puntualmente non pagava allorquando passava vicino alla cassa.
La merce che aveva stipato nell’utilitaria, abbassando il sedile posteriore per farla stare, del valore di circa
500 euro è stata restituita al direttore del supermercato che ha ringraziato i carabinieri per il tempestivo
intervento. L’utilitaria, risultata asportata verso la fine di novembre del 2021 a Torino, è stata restituita
all’avente diritto.
Il 45 enne è stato portato in caserma ove è stato dichiarato in arresto per furto aggravato e ricettazione e su
disposizione del PM della Procura di Vercelli è stato tradotto in carcere.



Torna indietro

Casale e Vercelli Affari
Edizione cartacea Quindicinale

Uscita del 22/04/2022
Top